SurSur Sicilia DOC

SurSur Sicilia DOC

14,39 CHF

Dal colore giallo paglierino brillante, SurSur offre al naso un bouquet fresco con note fruttate di pesca bianca, unite a sentori di fiori di sambuco e rosmarino. In bocca è morbido, con un ritorno delle note fruttate unito ad una piacevole freschezza.

A tavola

Da abbinare con panini gourmet, piatti della cucina vegetariana e primi di mare.

DENOMINAZIONE: Grillo Sicilia Doc.

UVE: Grillo

ZONA DI PRODUZIONE: Sicilia sud-occidentale, Tenuta di Contessa Entellina e territori limitrofi e nell’entroterra collinare tra Marsala e Salemi (contrade di Baiata, Alfaraggio, Pioppo)

TERRENI: altitudine da 100 a 200 m s.l.m; orografia collinare con suoli franco-argillosi limosi, a reazione sub-alcalina (pH 7,5- 7,9). Calcare totale dal 25 al 30%. Ricco in elementi nutritivi (potassio, magnesio, calcio, ferro, manganese, zinco).

VIGNETO: Allevamento a controspalliera, con potatura a Guyot, lasciando da 6 a 10 gemme per ogni pianta; densità impianto: da 3.500 a 4.500 piante per ettaro con rese di 75-85 q.li/ha (1,7 kg per pianta).

VENDEMMIA: Il Grillo destinato alla produzione del SurSur è stato raccolto nel corso della seconda e terza settimana di settembre.

VINIFICAZIONE: Fermentazione in acciaio, alla temperatura di 14-16°C, con affinamento in vasca per due mesi e almeno tre mesi in bottiglia prima di essere commercializzato.

NOTE DI DEGUSTAZIONE: dal colore giallo paglierino brillante, SurSur offre al naso un bouquet fresco con note fruttate di pesca bianca, unite a sentori di fiori di sambuco e rosmarino. In bocca è morbido, con un ritorno delle note fruttate unito ad una piacevole freschezza.

LONGEVITÀ: da godere nell’arco di 3 anni.

CIBO & VINO: da abbinare con panini gourmet, piatti della cucina vegetariana e primi di mare. Servirlo in calici di media ampiezza e media altezza, può essere stappato al momento, ottimo a 911°C.

DIALOGO CON L’ARTE: il Grillo è un’antica uva autoctona siciliana, ma è anche un simpatico animaletto portafortuna. Il nome sur sur, che significa grillo, deriva dalla lingua araba classica, un tempo parlata anche in Sicilia. L’etichetta ha la voce della primavera, con i suoi profumi e i suoi colori. Racconta le fughe di Gabriella, bambina (fondatrice di Donnafugata insieme al marito Giacomo) che corre a piedi nudi tra i fiori e l’erba fresca, seguendo il canto dei grilli che alle sue orecchie suona dolce come mille "SurSur… ".

PRIMA ANNATA: 2012

Scheda tecnica

Tipologia
Fermo
Colore
Bianco
Annata
2017
Formato
75 cl.
Vini italiani
Sicilia