Chiarandà Contessa Entellina DOP

Chiarandà Contessa Entellina DOP

30,64 CHF

Chiarandà si presenta dal colore giallo dorato. Al naso offre un bouquet complesso con sentori di frutta a polpa gialla (pesca) e macchia mediterranea su un fondo speziato di vaniglia e minerale di pietra focaia. In bocca è ampio e avvolgente, caratterizzato da una fresca nota sapida. Un bianco complesso dalla lunga e appagante persistenza e dal grande potenziale di invecchiamento.

A tavola

Perfetto con aragosta, vellutata di verdure, pesci affumicati e quaglie arrosto.

DENOMINAZIONE: Contessa Entellina DOC Chardonnay Sicilia

UVE: Chardonnay.

ZONA DI PRODUZIONE: Sicilia sud-occidentale, Tenuta di Contessa Entellina.

TERRENI: altitudine da 200 a 600 m s.l.m; orografia collinare; suoli franco-argillosi a reazione sub-alcalina (pH da 7,5 a 7,9) ricchi in elementi nutritivi (potassio, magnesio, calcio, ferro, manganese, zinco) e calcare totale da 20 a 35%.

VIGNETO: allevamento a controspalliera con potatura a cordone speronato, lasciando da 6 a 8 gemme per pianta. Densità di 5.000 - 6.000 piante/ettaro, con rese di circa 50 -60 q.li/ha (0,9 kg per pianta).

VENDEMMIA: raccolta manuale in cassette con attenta selezione delle uve in vigna. Lo Chardonnay destinato alla produzione del Chiarandà è stato raccolto nella seconda metà di agosto.

VINIFICAZIONE: la fermentazione è svolta in acciaio alla temperatura di 15-16°C. Affinamento 5-6 mesi sul feccino nobile, parte in rovere (barrique e tonneau di Borgogna, di primo e secondo passaggio) e parte in piccole vasche di cemento; infine in bottiglia per circa 12 mesi.

NOTE DI DEGUSTAZIONE: Chiarandà si presenta dal colore giallo dorato. Al naso offre un bouquet complesso con sentori di frutta a polpa gialla (pesca) e macchia mediterranea su un fondo speziato di vaniglia e minerale di pietra focaia. In bocca è ampio e avvolgente, caratterizzato da una fresca nota sapida. Un bianco complesso dalla lunga e appagante persistenza e dal grande potenziale di invecchiamento.

LONGEVITÀ: oltre 15 anni.

CIBO & VINO: perfetto con aragosta, vellutata di verdure, pesci affumicati e quaglie arrosto. Servirlo in ampi calici di buona altezza, può essere stappato al momento, altrimenti 30 minuti prima. Ottimo a 11 - 13°C.

DIALOGO CON L’ARTE nasce nel 1992 come Chiarandà del Merlo dal nome dei due vigneti in cui si producono le uve destinate alla sua produzione. Dopo 10 anni il nome si semplifica in Chiarandà e l’etichetta si arricchisce di una presenza femminile che ne racconta la complessità e la raffinatezza.

PRIMA ANNATA: 1992.

Scheda tecnica

Tipologia
Fermo
Colore
Bianco
Annata
2015
Formato
75 cl.
Vini italiani
Sicilia